Decreto Rettorale 14 maggio 2001, n° 520
 (Registro Area Diritto allo Studio)

 IL RETTORE

VISTO l’art. 4 della legge 3 luglio 1998 n. 210, recante norme sul Dottorato di Ricerca;

VISTO il D.M. 30 Aprile 1999, con il quale è stato emanato il Regolamento Ministeriale in materia di Dottorato di Ricerca;

VISTA la delibera del Senato Accademico del 23 luglio 1999 relativa all’approvazione del "Regolamento d’Ateneo per l’attivazione dei Corsi di Dottorato e relativi adempimenti", emanato con D.R. n. 591 del 26 Agosto 1999;

VISTO le deliberazioni adottate dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione, rispettivamente in data 03 ottobre ’00 e 6 ottobre ’00, in merito all'attivazione dei Corsi di Dottorato di Ricerca XVI Ciclo;

VISTO il parere espresso dal Nucleo di Valutazione in merito alle nuove proposte di istituzione di Corsi di Dottorato a.a. 2000/2001;

VISTO i precedenti tre Bandi di Concorso XVI Ciclo, emanati rispettivamente con D.R. n. 304 del 26/10/2000, D.R. n. 389 del 30/11/2000 e con D.R. n. 288 del 23/02/2001;

VISTA la delibera della Giunta d'Ateneo che, in data 9 Maggio 2001, ha autorizzato l'emanazione di un ulteriore bando per i Corsi di Dottorato che non hanno raggiunto il numero minimo di tre candidati al Concorso di ammissione, di seguito riportati:
1) Biotecnologie Cellulari e Molecolari;
2) Scienze degli Alimenti;
3) Scienze Geodetiche e Topografiche;

 QUANT’ALTRO VISTO E CONSIDERATO

 DECRETA

 ISTITUZIONE

 - Art. 1 -

E’ emanato il "Quarto Bando di Concorso" di Dottorato di Ricerca - XVI Ciclo - anno 2001.

Sono indetti presso l’Università degli Studi di Bologna pubblici concorsi, per esami, per l’ammissione a numero tre Corsi di Dottorato di Ricerca.

 - Art. 2 -

Per ciascun Corso di Dottorato vengono indicati:
a) Titolo
b) Sedi Consorziate
c) Durata legale
d) Posti
e) Numero Borse, con indicazione della fonte del finanziamento
f) Data e luogo di sostenimento delle prove di ammissione

Le Borse di Studio finanziate da Enti Esterni, che prevedano lo svolgimento di una specifica attività di ricerca, vincolano gli assegnatari allo svolgimento di tale attività.

Le Borse di Studio in parola vengono assegnate, fatto salvo il buon fine della Convenzione tra l’Ateneo e l’Ente esterno interessato.

Saranno attivati i soli Corsi di Dottorato che, espletati i relativi concorsi, abbiano prodotto un numero minimo di tre ammessi.

 ELENCO CORSI DI DOTTORATO XVI CICLO
IV° Bando di Concorso Anno 2001

SETTORE - FARMACIA

BIOTECNOLOGIE CELLULARI E MOLECOLARI
Durata: 3 anni
Posti: 4
Borse: 2 Università di Bologna

Diario delle prove:
Prova Scritta 5 luglio 2001 ore 10 presso: Aula Magna Dip. di Biochimica - Via Irnerio 48 40100 Bologna
Prova orale 5 luglio 2001 ore 16 stessa Sede

SETTORE - AGRARIA

SCIENZE DEGLI ALIMENTI
Durata: 3 anni
Posti: 4
Borse: 1 Università di Bologna
1 SERINAR

Diario delle prove:
Prova Scritta 26 giugno 2001 ore 10 presso Sede del Corso di Laurea di Scienze e Tecnologie Alimentari, via Ravennate 1020 - 47023 Cesena
Prova Orale 27 giugno 2001 ore 10 Stessa Sede

SETTORE - INGEGNERIA

SCIENZE GEODETICHE E TOPOGRAFICHE
Consorziate: Ferrara - Padova - Perugia - Pisa
Durata: 3 anni
Posti: 4
Borse: 2 Università di Bologna

Diario delle prove:
Prova Scritta 04 luglio 2001 ore 9.00 presso DISTART (ex Topografia) - Viale Risorgimento 2 40136 Bologna
Prova orale sarà comunicata ai Candidati in sede si prova scritta

 REQUISITI DI AMMISSIONE

 - Art. 3 -

Possono accedere ai corsi di Dottorato di Ricerca senza limiti di età o cittadinanza, tutti coloro che siano in possesso di laurea italiana o titolo accademico analogo conseguito all’estero, riconosciuto equipollente dalle competenti autorità accademiche italiane, ovvero, riconosciuto equipollente dal Collegio dei Docenti interessato ad un titolo accademico italiano, ai soli fini dell’ammissione al concorso. In tal caso il Candidato dovrà allegare alla domanda di partecipazione al concorso i documenti utili a consentire l’equipollenza, tradotti e legalizzati dalle competenti rappresentanze italiane, secondo le norme vigenti in materia per l'ammissione di studenti stranieri ai corsi di laurea delle Università italiane.

 - Art. 4 -

Si accede ai corsi di Dottorato previo superamento di un concorso per esami consistente in una prova scritta e un colloquio, tendenti a verificare la preparazione del Candidato, la sua attitudine alla ricerca scientifica e la conoscenza di una o più lingue straniere.

 - Art. 5 -

Possono partecipare agli esami di ammissione coloro che abbiano conseguito il diploma di laurea entro Dicembre 2000.

Tutti i Candidati sono ammessi al concorso con riserva di accertamento dei requisiti previsti a bando.

DOMANDE DI AMMISSIONE

 - Art. 6 -

La domanda di ammissione, in bollo da 20.000, redatta secondo lo schema che fa parte integrante del presente bando, dovrà pervenire all’Ufficio Dottorato di Ricerca entro 20 (venti) giorni dalla data di pubblicazione del presente Bando sulla Gazzetta Ufficiale, secondo una delle modalità di seguito indicate:

a) consegna all’Ufficio Dottorato di Ricerca, Via delle Belle Arti 42, 40126 Bologna, nei seguenti orari:
lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9 alle ore 11.15; martedì e giovedì, dalle ore 14.30 alle ore 15.30;

b) spedizione al seguente indirizzo: "Al Magnifico Rettore, Via Zamboni 33, 40126 Bologna"; sulla busta dovrà essere precisato: "domanda partecipazione concorso Dottorato di Ricerca". In tal caso farà fede il timbro di ricevimento degli Uffici Amministrativi competenti e non la data di spedizione della domanda. Saranno, pertanto, ritenute nulle tutte le domande pervenute successivamente ai termini di scadenza del bando.

c) I Candidati sono, inoltre, tenuti al versamento del contributo di L. 20.000 da effettuarsi su bollettino di C/C postale, con la precisa indicazione dei seguenti dati: C/C n. 734400 intestato all'Università degli Studi di Bologna - tasse studenti - servizio cassa - Via Zamboni 33, 40126 Bologna. Causale del versamento: CAP. 0124, contributo prestazioni amministrative Dottorato di Ricerca - cod. 83.00 - XVI Ciclo, a.a. 2000/2001. Tipo pagamento: * (alla voce: Tipo pagamento è indispensabile apporre l'asterisco).

La ricevuta del versamento deve essere allegata alla domanda di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso.

I moduli relativi alla domanda di partecipazione al concorso ed alla eventuale richiesta di equipollenza, sono reperibili all’indirizzo Internet: http://www.unibo.it/infostud/continua/dott

 ESAMI DI AMMISSIONE

 - Art. 7 -

L’esame di ammissione consiste in una prova scritta ed in un colloquio che si intendono superati se in ciascuno di essi il candidato ottiene una valutazione non inferiore a 40/60 (quaranta sessantesimi).

I Candidati riceveranno comunicazione relativa alle convocazione per le prove scritte ed orali, solo se le date già precisate a bando, dovessero subire variazioni.

In tal caso, mese, giorno, ora e luogo di sostenimento sarà comunicato agli interessati tramite Raccomandata con avviso di ricevimento, inviata almeno 15 giorni prima della data fissata dalla Commissione Giudicatrice.

I diari delle prove saranno reperibili anche al sito Internet: http://www.unibo.it/infostud/continua/dott

I Candidati saranno ammessi a sostenere le prove d’esame solo previa presentazione di un valido documento d’identità.

 - Art. 8 -

Le prove possono essere espletate, a scelta del Candidato in una lingua diversa dall’italiano, previa espressa e motivata determinazione assunta dalla Commissione Giudicatrice, comunicata ai Candidati prima dell’inizio della prova.

 COMMISSIONI GIUDICATRICI PER L’AMMISSIONE AI CORSI

 - Art. 9 -

La Commissione Giudicatrice, nominata dal Magnifico Rettore, sentito il Collegio dei Docenti, è composta da tre membri scelti tra Professori e Ricercatori universitari di ruolo e può essere integrata da non più di due Esperti, anche stranieri, scelti nell'ambito degli Enti e delle Strutture pubbliche e private di ricerca.

La nomina di tali Esperti è obbligatoria nel caso di convenzioni con Soggetti pubblici o privati, finalizzate al finanziamento di Borse di studio.

Nel caso di Dottorati istituiti in seguito ad accordi internazionali, la Commissione è integrata secondo le modalità previste negli accordi stessi.

La Commissione Giudicatrice, alla fine di ogni seduta dedicata alla prova orale, forma l’elenco dei candidati esaminati con l’indicazione dei voti riportati da ciascuno nella prova stessa. L’elenco sottoscritto dal Presidente e dal Segretario della Commissione è affisso nel medesimo giorno nell’albo del Dipartimento presso cui si è svolta la prova.

Espletate le prove concorsuali, la Commissione compila la graduatoria generale di merito, sulla base della somma dei voti riportati da ciascun Candidato nelle singole prove, e trasmette tutti gli atti del Concorso all’Ufficio Dottorato di Ricerca.

Le graduatorie generali di merito verranno rese pubbliche con:
1. affissione all’Albo Ufficiale dell’Ateneo;
2. affissione all’Albo dell’Ufficio Dottorato di Ricerca;
3. pubblicazione al sito Internet dell’Università di Bologna:
http://www.unibo.it/infostud/continua/dott

 AMMISSIONE AI CORSI

 - Art. 10 -

I candidati saranno ammessi, secondo l’ordine di graduatoria e fino alla concorrenza del numero dei posti messi a concorso per singolo Corso di Dottorato.

In corrispondenza di eventuali rinunce degli aventi diritto, prima dell’inizio del Corso, subentreranno altrettanti Candidati secondo l’ordine della graduatoria.

In caso di utile collocamento in più graduatorie, il Candidato dovrà esercitare opzione per un solo Corso di Dottorato.

 - Art. 11 -

Possono essere ammessi in soprannumero che non può superare il 100% dei posti ordinari:

Candidati idonei nella graduatoria generale di merito, che fruiscano di Assegni di Ricerca;

Candidati stranieri, idonei nella graduatoria generale di merito, che risultino assegnatari di borsa di studio finanziata dal Governo italiano o dal Governo del Paese di provenienza;

Candidati appartenenti a Paesi con i quali esista specifico accordo intergovernativo, seguito da apposita Convenzione con l’Ateneo (senza oneri finanziari obbligatori per l’Università di Bologna).

 ISCRIZIONE

 - Art. 12 -

I Candidati che avranno superato le prove di concorso, utilmente collocati nella graduatoria generale di merito, chiamati a ricoprire i posti disponibili per ciascun Dottorato, dovranno presentare all’Ufficio Dottorato di Ricerca, entro il termine perentorio di 10 giorni, che decorrerà dal giorno successivo al ricevimento del relativo invito, i seguenti documenti:
a) domanda di iscrizione al primo anno;
b) fotocopia fronte-retro di un valido documento di identità;
c) ricevuta del versamento di cui al successivo Art. 14;
d) n. 3 foto tessera
e) n. 2 marca da Bollo vigente.

Non saranno tenute in alcun conto le domande di iscrizione pervenute o presentate oltre il termine stabilito.

Nella domanda di iscrizione il Candidato dichiara:
1. di non essere iscritto/a e di impegnarsi a non iscriversi ad altro corso di diploma, laurea o Dottorato per l’intera durata del corso;
2. di non essere iscritto/a a Scuole di Specializzazione o, in caso affermativo di impegnarsi a sospendere o interrompere la frequenza prima dell’inizio del corso di Dottorato;
3. di non aver fruito in precedenza di altra Borsa di Studio assegnata allo stesso titolo;
4. di impegnarsi a richiedere al Collegio dei Docenti del proprio corso di Dottorato l’autorizzazione allo svolgimento di attività lavorative e/o di studio (non contemplate ai punti 1 e 2);

I moduli relativi all’iscrizione saranno reperibili all’indirizzo Internet: http://www.unibo.it/infostud/continua/dott

 - Art. 13 -

Coloro che non avranno provveduto a regolarizzare la propria iscrizione entro i termini indicati all’art. 12 o che avranno rilasciato dichiarazioni mendaci, saranno considerati rinunciatari. I posti resisi vacanti saranno assegnati ad altri Candidati idonei secondo l’ordine della graduatoria generale di merito.

 CONTRIBUTO PER L’ACCESSO E LA FREQUENZA AI CORSI

 - Art. 14 -

I Dottorandi, titolari di Borse di Studio conferite dall’Università degli Studi di Bologna, sono esonerati preventivamente dai contributi per l’accesso e la frequenza ai corsi.

Sono tenuti al pagamento del contributo fissato in L. 1.100.000 annue:
a)
Dottorandi non assegnatari di Borse di Studio;
b) Dottorandi che fruiscano di Borse di Studio finanziate da Enti Esterni.

Tutti i Dottorandi sono tenuti al pagamento di L. 3.500 relativi al premio di Assicurazione ed alla indennità rilascio libretto e tesserino di L. 15.000.

 BORSE DI STUDIO

 - Art. 15 -

Le Borse di Studio, il cui numero è indicato per ciascun corso di Dottorato, vengono assegnate secondo l’ordine definito nelle graduatorie generali di merito, formulate dalle Commissioni giudicatrici.

In presenza di una o più Borse di Studio finanziate da Enti Esterni i Candidati possono scegliere di quale Borsa fruire, in relazione alla loro posizione nella graduatoria generale di merito.

Le Borse di Studio vengono erogate con cadenza bimestrale posticipata.

Le Borse di studio di Dottorato, non possono essere cumulate con altre Borse di Studio a qualsiasi titolo conferite, tranne quelle concesse da Istituzioni Nazionali o Straniere, utili ad integrare con soggiorni all’estero l’attività di ricerca del Dottorando.

L’importo della Borsa di Studio è aumentato del 50% per soggiorni all'estero, di durata non inferiore al mese.

I soggiorni all’estero non possono eccedere la metà dell’intera durata del Dottorato.

Non può fruire di Borsa di Studio di Dottorato chi ne abbia fruito in precedenza.

 - Art. 16 -

La Borsa di Studio è confermata per l’anno accademico successivo, previo mantenimento dei requisiti di merito, vista la delibera del Collegio dei Docenti interessato.

 OBBLIGHI E DIRITTI DEI DOTTORANDI

 - Art. 17 -

I Dottorandi sono tenuti a svolgere con assiduità le attività di studio e di ricerca programmate annualmente dal Collegio dei Docenti.

La frequenza del Corso di Dottorato può essere sospesa nei seguenti casi, previa deliberazione del Collegio dei Docenti:
a) maternità;
b) servizio militare ovvero servizio civile;
c) grave e documentata malattia.

E’ prevista l’esclusione dal Dottorato di Ricerca, con decisione motivata del Collegio dei Docenti, nei seguenti casi:
1. giudizio negativo del Collegio dei Docenti relativamente al conseguimento dei risultati previsti per l’anno di corso frequentato;
2. attività lavorativa del Dottorando svolta senza preventiva autorizzazione del Collegio dei Docenti;
3. assenze prolungate ed ingiustificate.

Nei casi suddetti la Borsa di Studio viene interrotta ed è fatto obbligo al borsista della restituzione dei ratei percepiti, relativi l’anno per il quale è stato emesso il provvedimento.

 COMPATIBILITA’

 - Art. 18 -

I Dottorandi di Ricerca possono svolgere limitata attività didattica sussidiaria od integrativa dell’attività istituzionale, previa presentazione di delibera favorevole del Collegio dei Docenti e della Struttura interessata.

Tale attività non deve, in ogni caso, compromettere l’attività di formazione alla ricerca e deve essere limitata al numero di ore annualmente stabilito dal Collegio dei Docenti in sede di programmazione dell’attività del Dottorato stesso.

La collaborazione didattica in ambito universitario è facoltativa, senza oneri per il bilancio dello Stato e non dà luogo a diritti in ordine all’accesso ai ruoli delle Università.

 - Art. 19 -

I Dottorandi di ricerca di Area Medica possono, a richiesta, svolgere attività assistenziale sotto la guida di un Tutor e godono di copertura assicurativa contro i rischi professionali, secondo le procedure stabilite dal Senato Accademico.

 - Art. 20 -

Il Dottorando può svolgere il Tirocinio pratico, previa dichiarazione di compatibilità espressa dal Collegio dei Docenti.

 CONSEGUIMENTO DEL TITOLO

 - Art. 21 -

Il titolo di Dottore di Ricerca viene conferito dal Magnifico Rettore, a conclusione del corso a chi abbia conseguito risultati di rilevante valore scientifico, documentati da una dissertazione finale scritta, previo superamento di un esame finale che può essere ripetuto una sola volta.

 - Art. 22 -

La Commissione Giudicatrice per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca è nominata dal Magnifico Rettore, sentito il Collegio dei Docenti, come da Art. 14 del Regolamento d’Ateneo in materia di Dottorato di Ricerca.

 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

 - Art. 23 -

L'Amministrazione Universitaria, in attuazione della Legge 675/96, e succ. int. e mod. si impegna a utilizzare i dati personali forniti dal Candidato per l'espletamento delle procedure concorsuali e per fini istituzionali.

 NORME DI RIFERIMENTO

Per quanto non previsto dal presente Bando si rinvia al "Regolamento d’Ateneo per l’Istituzione dei Corsi di Dottorato e relativi adempimenti" emanato con D.R. n. 591 del 26/08/1999 e succ. mod. e int..

Bologna, 14 maggio 2001

 IL DIRIGENTE DI AREA
(f.to Dott.ssa M. Cristina Raboni)

 p. IL RETTORE
(f.to Prof. Luigi Busetto)

(I fac-simile di domanda di partecipazione ai concorsi di ammissione a Corsi di dottorato di ricerca e di richiesta di equipollenza di titolo di studio a laurea italiana, ai soli fini dell’ammissione ai concorsi stessi, sono rinvenibili presso l’Area Diritto allo Studio, Sett. Formazione Post-Lauream, Uff. Dottorato di Ricerca)