La Scuola di Giornalismo si trova all'interno del prestigioso complesso settecentesco di Villa Gandolfi-Pallavicini, Via Martelli 22/24 Bologna.

La Villa, o meglio il palazzo di campagna (nell'accezione caratteristica del territorio rurale bolognese) Ŕ alla Croce del Biacco, e fu fatta costruire dalla famiglia bolognese degli Alamandini nella prima metÓ del XVII secolo. Estintasi nel 1729 la famiglia Alamandini, la proprietÓ della Villa pass˛, per discendenza femminile, alla famiglia Bolognetti. Estintasi a sua volta questa nel 1773, la proprietÓ fu venduta al maresciallo genovese Gian Luca Pallavicini.

All'interno, oltre lo scalone scenografico di grande efficacia, sono di un certo interesse le numerose tempere su muro che decorano completamente i tre piani della Villa.
I soggetti rappresentati sono scene di genere, spesso di caccia, con paesaggi di marine, architetture e ruderi, attribuibili, da documenti di archivio, al pittore Monticelli.
I Monticelli fanno parte di una famiglia di artisti bolognesi operanti tra il 1660 e il 1750, specializzati nella pittura di nature morte e di paesaggi fantastici con marine, montagne e ruderi architettonici.

La Villa era dotata di un grande parco, le cui alberature furono abbattute nei primi decenni dell'800, quando la proprietÓ pass˛ ai Gandolfi; oggi del grande parco-giardino resta una vasta area verde con alberature spontanee.

Completano organicamente l'insediamento di Villa Gandolfi Pallavicini una settecentesca chiesa-cappella interamente affrescata e un edificio rurale per la servit¨ e il disimpegno.